Ospiti camera #2
Ospiti camera #3
Ospiti camera #4

Trekking

Escursioni e percorsi trekking nei dintorni di Levico Terme

Lago di Levico

Il Lago di Levico è tra i laghi più caldi del Sud Europa. Dalla forma simile a quella di un fiordo norvegese, lungo le sponde del Lago di Levico è possibile fare passeggiate rigeneranti lungo la Via dei Pescatori oppure, lungo le rive meridionali, nel Biotopo Canneto di Levico.

er l’anno 2013 il Lago di Levico, unico nella regione Trentino Alto Adige, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento internazionale Bandiera Blu della FEE (Foundation for Environmental Education), grazie alle limpide acque, alla spiaggia e alle politiche di gestione turistico-ambientali ecosostenibili di questa risorsa da parte del comune di Levico Terme.

Luserna e i cimbri

Il paese di Luserna si colloca sul confine meridionale di un grande altopiano che si snoda nella zona di Lavarone e Passo Vezzena, sopra la Val d’Astico. Il territorio è caratterizzato da terrazzamenti naturali ed è toccato dal percorso mountainbike “100 km dei Forti”, dal “Trekking dei Forti” e dall’”Attraversata Cimbra” e 8 percorsi turistici tabellati. Luserna è nota per essere l’ultima isola linguistica cimbra.

Arte Sella

Arte Sella è una manifestazione internazionale di arte contemporanea, nata nel 1986, che si svolge all’aperto nei prati, nei boschi della Val di Sella (comune di Borgo Valsugana, provincia di Trento). Dal 1996 il progetto di Arte Sella si è sviluppato lungo una strada forestale sul versante sud del monte Armentera: si è così delineato un ideale percorso chiamato ArteNatura lungo il quale il visitatore può vedere le opere e allo stesso tempo godere delle particolarità ambientali del luogo (diversi tipi di bosco, presenza di rocce, di alberi monumentali…).

Lagorai

Paradiso della naturalezza, vanta tra le Sue possibilità innumerevoli escursioni a piedi e non solo; dalle più semplici della durata di alcune ore, ideali per le famiglie in vacanza, fino alla più estrema “Translagorai”, un formidabile trekking, che attraversa tutta la Catena del Lagorai da sudovest a sudest.

Il nostro Hotel a Levico Terme è punto ideale di partenza per le vostre passeggiate o scalate alla scoperta della natura incontaminata ascoltando il silenzio della montagna e il gorgogliare dell’acqua di sorgente.

Strada dei pescatori

La riva del lago di Levico è costeggiata dalla comoda “strada dei pescatori”, ideale per piacevoli passeggiate, anche in calde giornate d’estate.

Sull’estremità meridionale del lago si trova il biotopo Canneto di Levico che in inverno offre rifugio e ristoro per molti uccelli acquatici come lo svasso maggiore, la folaga, la gallina d’acqua e il germano reale.

Chiesetta di San Biagio

Particolarmente interessante la chiesetta trecentesca di San Biagio, costruita nel 1506, con affreschi dei secoli XIV e XVI della scuola veneta (patavino veronese), Madonna in trono, ultima cena; soffitto in legno, presbiterio gotico, pavimento in lastre di porfido, custodito un tempo da un eremita e meta di pellegrini.

Sul omonimo colle nell’antichità sorgeva un castelliere dell’età del ferro.

Forte Colle delle Bene

È posto in cima all’omonimo colle che domina il lago di Levico, a circa 2 Km dal centro di Levico Terme. Chiamato anche Forte di San Biagio, fu costruito tra il 1880 e il 1882.
Opera gemella del Forte di Tenna, situato sul colle che sovrasta il lago dal lato sud, servì come osservatorio e deposito, data la sua posizione arretrata rispetto al fronte.

Smantellato delle strutture in ferro agli inizi degli anni ‘ 30, radiato dal Demanio Militare nel1931, fu venduto per £. 3.000 al Comune di Levico il 13.10.1933.
La pianta del forte segue un andamento poligonale ed il fianco nord è munito di un contrafforte con corpo esterno corazzato.

La disposizione interna segue gli schemi delle fortificazioni austriache di fine ‘800.
Una linea di trincee, servita da mulattiera, risaliva l’impervia costa montana fino alla Busa Granda (1.500 m).

Castel Selva

Castel Selva è situato ad una altezza di 626 m.
Si trova a Selva, frazione di Levico Terme, ed è visibile dalla statale della Valsugana.

Anche se attualmente vi sono solo le rovine di questo castello, in origine era composto da un imponente palazzo compreso di mastio e circondato da un muro di cinta.
È uno dei castelli più antichi del Trentino e aveva la funzione di controllo stradale sulla via della Valsugana.

Il castello fu costruito già nell’VIII sec.come luogo di rifugio durante le invasioni barbariche, probabilmente su di un precedente insediamento preistorico a castelliere.
Ricostruito nei sec.XV e XVI, fu luogo di soggiorno dei principi-vescovi di Trento.
Nei secoli successivi il maniero passò ad altri proprietari, finchè nel 1799 fu comperato dal Comune di Levico.

Il castello è raggiungibile a piedi lungo un facile sentiero che parte dall’abitato di Selva.